chiropraticatoday logo

Sublussazione vertebrale: alle fondamenta della Chiropratica

Intervista a Joseph Luraschi, dottore chiropratico

Share

Altre notizie

Mal di testa e Chiropratica

L'apporto del dottore chiropratico nell'approccio ai diversi tipi di mal di testa

Mal di schiena in ufficio: benefici dei cambiamenti posturali. I dati di uno studio

Indagata la relazione tra cambio di postura e riduzione del dolore

Postura ed emozioni: quale relazione? La parola al chiropratico

Un'indagine sul legame tra le nostre emozioni e la nostra postura, dal punto di vista del dottore chiropratico

Bert van der Tol: “La Chiropratica? Aperta al nuovo, rispettosa della tradizione”

Intervista esclusiva al noto imprenditore olandese attivo da molti anni nel settore della Chiropratica.

Sublussazione vertebrale: alle fondamenta della Chiropratica

Sublussazione vertebrale: alle fondamenta della Chiropratica. Quando si parla di chiropratica non si può prescindere da una delle basi su cui l’intera professione si fonda: la sublussazione vertebrale. Già dalle sue origini la chiropratica presta particolare attenzione a quello che potremmo in parole semplici definire il disallineamento di una vertebra rispetto alla sua posizione normale. Secondo i princìpi della chiropratica tale disfunzione può essere all’origine di molti guai. È per questo che il lavoro del chiropratico si concentra particolarmente sulla individuazione di queste anomalie e, ovviamente, sulla loro rimozione. Siamo andati ad approfondire l’argomento con il dottor Joseph Luraschi, chiropratico a Milano e Caronno Pertusella (VA).

Dottor Luraschi, ci spiega il concetto di sublussazione vertebrale?

Come da voi giustamente detto, la sublussazione vertebrale è lo spostamento di una vertebra rispetto all’altra. Mentre il mondo medico guarda a tali spostamenti come a episodi di natura esclusivamente meccanica, la chiropratica individua nella sublussazione l’origine di molti possibili problemi di salute. La vertebra che si sposta, infatti, va a esercitare una pressione anomala sulla radice del nervo. Tale pressione può generare, immediatamente o col tempo, interferenze nella comunicazione tra cervello e resto del corpo e quindi causare sintomi, problemi funzionali e dolore in varie parti del nostro corpo.

Sublussazioni vertebrali: come si producono?

Noi chiropratici guardiamo al corpo umano come a un insieme di tre precisi sistemi: quello strutturale, quello chimico e quello emotivo. Tutti e tre i sistemi sono strettamente interconnessi e vanno a formare quello che chiamiamo triangolo della salute. Se un lato del triangolo entra in sofferenza, le conseguenze si fanno inevitabilmente sentire sugli altri componenti del triangolo stesso. Le sublussazioni dunque possono originare da ognuna delle tre componenti sopra menzionate.

Chiropratica la sublussazione
©ag visuell – stock.adobe.com

Partiamo dalla componente strutturale.

Vi è mai capitato di subire un trauma, scivolare e picchiare a terra l’osso-sacro, subire una distorsione a una caviglia, essere coinvolti in un tamponamento e avere un colpo di frusta? Questi sono solo alcuni esempi dei molti traumi che possiamo subire e che possono causare una sublussazione vertebrale che a sua volta darà problemi, subito o nel tempo, a volte anche dopo anni. Spesso in seguito a un trauma che pensiamo essere innocuo ci diamo una “spolverata” e andiamo avanti con la nostra vita quotidiana senza preoccuparci di cosa possa essere successo “internamente” al nostro corpo, quando invece la cosa più giusta da fare sarebbe prenotare una visita dal nostro chiropratico di fiducia il prima possibile e farci mettere di nuovo “in dima”.

E la componente emotiva? Come possono le emozioni produrre spostamenti tra le vertebre?

La sfera emotiva esercita una forte influenza sul nostro corpo, molto più di quanto possiamo immaginare. Lo stress della vita quotidiana, i problemi spesso seri che affrontiamo nella vita di ogni giorno, le preoccupazioni, i pensieri negativi sono tutti elementi che incidono sulla nostra postura.

Sublussazione vertebrale fondamenta della chiropratica
Kurhan – Fotolia

E incidendo sulla nostra postura fanno lavorare la muscolatura in modo anomalo causando col tempo, lo spostamento delle vertebre. Quando siamo tristi ci chiudiamo in noi stessi e assumiamo, spesso senza nemmeno accorgercene, posture ricurve, ingobbite. Quando siamo felici, spensierati, la nostra postura cambia, diviene fiera, eretta. I nostri pensieri hanno una grande influenza su di noi e sulla nostra vita.

Rimane la componente chimica.

È strettamente connessa a ciò che mangiamo e beviamo. Tutto ciò che assumiamo per nutrirci incide sul nostro organismo, perché l’intera nostra struttura reagisce agli alimenti di cui ci nutriamo. Se la mia dieta, per fare un esempio, è carente di determinate vitamine o è caratterizzata da cibo poco sano e dalla presenza di cibi dannosi, il mio organismo reagirà.

Sublussazione vertebrale: alle fondamenta della Chiropratica
Lsantilli – Fotolia

Tutti i nervi che collegano il cervello con gli organi passano vicini alla colonna vertebrale ed escono a ogni segmento tra una vertebra e l’altra; se sovraccarichiamo lo stomaco e l’intestino con dei cibi pesanti si possono creare problemi alla schiena. Ci è mai capitato di mangiare pesante una sera e di svegliarci col mal di schiena? Viceversa, un blocco vertebrale a livello lombare causerà disfunzioni dell’intestino.

Quali conseguenze possono derivare dal prodursi di una sublussazione vertebrale?

Le conseguenze che possono derivare da una sublussazione vertebrale sono molteplici.

Il nostro cervello è collegato a ogni singola cellula del nostro corpo. Riceve ed elabora, attraverso il sistema nervoso, miliardi di informazioni al secondo, alle quali reagisce elaborando un ordine di risposta.

Il verificarsi di una sublussazione vertebrale interferisce con il sistema di trasmissione delle informazioni tra il sistema nervoso e il resto del nostro organismo creando un “disturbo” nella comunicazione; un po’ come una telefonata con cellulare quando non c’è campo. Ciò può dar vita, a seconda di dove è la sublussazione, a sintomatologie diverse. Compito del chiropratico è, partendo dal sintomo e indagando le abitudini e la storia del paziente, individuare la sublussazione e rimuoverla.

Sublussazione vertebrale: come si rimuove?

Manualmente. La chiropratica è di fondo una terapia manuale. Non utilizziamo farmaci né ricorriamo alla chirurgia. Piuttosto interveniamo con quelli che chiamiamo aggiustamenti, manovre rapide, assolutamente non dolorose, che effettuiamo sul paziente, volte a riposizionare la vertebra laddove deve stare. La medicina allopatica si sofferma sul sintomo, la chiropratica no: va alle cause. Se ci fa male per esempio il gomito c’è una causa. Compito del chiropratico è individuarla e rimuoverla. Una delle cose fantastiche di questa professione è che il chiropratico non si prende mai il merito di aver “guarito” o “curato” niente, è il corpo che fa tutto il lavoro, noi chiropratici semplicemente lo aiutiamo a funzionare meglio rimuovendo questi problemi. Quando una vertebra si sposta, a causa dei motivi sopra indicati, non esiste pomata, non esiste farmaco non esiste terapia strumentale, che la possa rimettere al suo posto, l’unico modo è ricorrere all’aggiustamento manuale, che solo i chiropratici sono in grado di fare.

C’è modo di prevenire le sublussazioni?

Certo. La chiropratica non è solo terapia ma anche educazione e prevenzione. Ogni chiropratico dovrebbe essere in grado di individuare le cattive abitudini, posturali e non, del paziente e aiutarlo a cambiarle per fare posto ad abitudini di vita più sane che impediscano al problema di ripresentarsi. Tutti noi facciamo ogni giorno cose sbagliate, come per esempio sederci sul portafogli, accavallare la gambe, dormire proni, spesso senza essere consapevoli della loro nocività. Forse, nel breve periodo, non avvertiamo alcun sintomo. Ma laddove continuassimo a praticarle ne pagheremmo, prima o dopo, le conseguenze. Il chiropratico, con la sua professionalità e la sua esperienza, sa come individuarle e come aiutarci a rimuoverle.

Chi è Joseph Luraschi

Joseph Luraschi Chiropratico

Joseph Luraschi, dottore chiropratico, laureato in Inghilterra presso l’Anglo-European College of Chiropractic di Bournemouth, socio del centro Chiropratica CityLife Milano, membro dell’Associazione Italiana Chiropratici, chiropratico personale di molti personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo. Seguitissimo il suo profilo Instagram, con oltre 63.000 followers. 32.000 quelli che seguono il suo canale TikTok.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte nel sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate e/o rimosse in ogni momento, e in alcun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di una diagnosi e/o la prescrizione di un trattamento medico. Le informazioni contenute nel sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o quello degli specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio medico curante. In nessun caso il sito, L’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni riportate nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati.