chiropraticatoday logo

Dormire bene allunga la vita. I risultati di uno studio statunitense

I risultati di una ricerca condotta negli Stati Uniti evidenziano l'importante ruolo del sonno in relazione alle prospettive di vita

Share

Altre notizie

Rivista Chiropratica & Salute: disponibile il nuovo numero

Rivista Chiropratica & Salute: disponibile il nuovo numero. È...

Mal di testa e Chiropratica

L'apporto del dottore chiropratico nell'approccio ai diversi tipi di mal di testa

Mal di schiena in ufficio: benefici dei cambiamenti posturali. I dati di uno studio

Indagata la relazione tra cambio di postura e riduzione del dolore

Postura ed emozioni: quale relazione? La parola al chiropratico

Un'indagine sul legame tra le nostre emozioni e la nostra postura, dal punto di vista del dottore chiropratico

Dormire bene allunga la vita. I risultati di uno studio statunitense

Dormire bene allunga la vita. I risultati di uno studio statunitense. Uno studio presentato all’American College of Cardiology’s Annual Scientific Session insieme al World Congress of Cardiology ha rivelato che dormire bene può svolgere un ruolo chiave nel sostenere la salute generale e il cuore, e potrebbe persino influenzare la durata della vita. I giovani che hanno abitudini di sonno più sane e regolari hanno dimostrato di avere una probabilità statisticamente inferiore di morire prematuramente. Inoltre, i dati suggeriscono che circa l’8% delle morti per qualsiasi causa potrebbe essere attribuito a modelli di sonno scadenti.

Dormire bene: il legame diretto tra la qualità del sonno e la mortalità

Lo studio ha evidenziato una chiara relazione tra la qualità del sonno e la mortalità. I ricercatori hanno seguito i partecipanti per un periodo medio di 4,3 anni, durante i quali 8.681 individui sono deceduti. Tra queste morti, il 30% era dovuto a malattie cardiovascolari, il 24% al cancro e il 46% ad altre cause.

Secondo il dottor Frank Qian, medico specializzando in medicina interna presso il Beth Israel Deaconess Medical Center e assistente clinico in medicina presso la Harvard Medical School, i risultati dello studio indicano che avere semplicemente abbastanza ore di sonno non è sufficiente. È fondamentale avere un sonno riposante e non riscontrare difficoltà nell’addormentarsi e nel restare addormentati.

Dormire bene: i fattori di qualità del sonno

I ricercatori hanno sviluppato un sistema di punteggio in base al quale classificare il sonno. Il sistema si basa su cinque fattori di qualità del sonno. Eccoli di seguito.

  • Durata ideale del sonno: sette otto ore a notte.
  • Difficoltà ad addormentarsi: non più di due volte a settimana.
  • Difficoltà nel restare addormentati: non più di due volte a settimana.
  • Assenza di utilizzo di farmaci per il sonno.
  • Sensazione di riposo al risveglio: almeno cinque giorni a settimana.

A ogni fattore è stato assegnato un punto, per un massimo di cinque punti che indicano la qualità del sonno più elevata.

Aspettativa di vita migliorata per coloro che riportano una qualità del sonno elevata

I risultati dello studio hanno mostrato che gli uomini e le donne che riportano tutti e cinque i criteri di qualità del sonno (per un punteggio di 5) hanno un’aspettativa di vita maggiore. In particolare, per gli uomini l’aspettativa di vita era maggiore di 4,7 anni, mentre per le donne era maggiore di 2,4 anni rispetto a coloro che presentavano nessuno o solo uno dei cinque elementi favorevoli per un sonno a basso rischio.

Prospettive future sulla ricerca del sonno e la salute

Nonostante questi risultati promettenti, sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere appieno le ragioni per cui gli uomini che soddisfano tutti e cinque i fattori di sonno a basso rischio hanno un aumento dell’aspettativa di vita doppio rispetto alle donne con la stessa qualità del sonno.

In conclusione, la ricerca dimostra che il sonno di qualità è un fattore cruciale per la salute cardiovascolare e la longevità. Non basta solo dormire a sufficienza, ma è essenziale ottenere un sonno riposante e privo di difficoltà. Prendersi cura della qualità del sonno potrebbe avere un impatto significativo sulla salute complessiva e sul benessere, inclusa la prevenzione di malattie cardiovascolari.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte nel sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate e/o rimosse in ogni momento, e in alcun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di una diagnosi e/o la prescrizione di un trattamento medico. Le informazioni contenute nel sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o quello degli specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio medico curante. In nessun caso il sito, L’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni riportate nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati.